NUOVA SOCIETA', NUOVE AMBIZIONI: #WEARECAPRIATE

Una serata di fine agosto che segna ufficialmente l'inizio del nuovo corso dell'Uso Capriate.
Il presidente Arnoldi e il Direttore Generale Bulla salgono sul palco dell'Oratorio Sant'Alessandro e con grande entusiasmo spiegano alla comunità ambizioni e obiettivi di una società nuova e pronta a vivere un'entusiasmante stagione calcistica. 
La parola chiave è ancora una volta "gruppo", o meglio branco, al Capriate non esistono solisti e non si cercano i Cristiano Ronaldo o i Messi.
Consapevoli che i risultati dipendano non solo dai piedi, ma anche dalla testa e dall'organizzazione societaria un'altra caratteristica del nuovo corso, spiega Arnoldi, è una struttura ben definita.
Entro Natale l'Uso Capriate avrà un Direttore Sportivo (ruolo attualmente assunto pro tempore da Bulla), mentre si è insediato un nuovo responsabile del settore giovanile, Luca Crepaldi.

IMG_2565JPG
L'età media della prima squadra sarà 24 anni esordisce il direttore generale che, ancora una volta, sottolinea l'importanza di costruire una squadra ricca di giovani pronti a mangiare l'erba, che presto diventerà sintetica, per onorare la maglia.

IMG_2567JPG

"Abbiamo bisogno del supporto soprattutto dei capriatesi in una stagione che si preannuncia importante con nove squadre partendo dai pulcini.
La scuola calcio, pronta a diventare un polo di eccellenza non solo a livello provinciale, sarà riconosciuta dalla FIGC".
La serata si chiude con un invito a collaborare con l'Uso Capriate che è sempre pronta ad accogliere nuovi calciatori.
Hanno assistito al discorso dei due massimi dirigenti: Gigi Fratus, allenatore della prima squadra con alcuni componenti della Rosa; Lorenzo Carminati, responsabile segreteria Uso Capriate e Roberto Macchetta, presidente della Polisportiva.
Arnoldi  ha poi annunciato alla comunità un imminente accordo con un'importante società vicina a Capriate dal punto di vista geografico, ma superiore come categoria; quando tutto sarà formalizzato il Capriate diventerà società satellite e sarà ancora più stimolante per tutti i nostri ragazzi scendere in campo.