Saremo presenti alla Notte in Piazza a Capriate

con un nostro gazebo!! Venite a trovarci vi daremo tutte le informazioni sulle nostre attività e sulle modalità d’iscrizione alla nuova stagione 19/20.

1 1jpg










Piccoli atleti crescono 2012/2013

"E anche la scuola calcio chiude i battenti dopo una stagione intensa....
Ma non prima di aver fatto provare, anche ai piccolissimi, l'ebrezza dei tornei".
Stay tuned!!!!


Comunicato ufficiale: una nuova casa per il Capriate

Con grande piacere la società USO Capriate ASD annuncia che, a partire da domenica 16 febbraio 2020, tutte le partite casalinghe della prima squadra (seconda categoria sezione Bergamo, girone D) e della rappresentativa Juniores (campionato provinciale under 19 girone E sezione Bergamo) si giocheranno nel nuovissimo centro sportivo comunale di via Grignano a Capriate San Gervasio.
Dopo diversi anni l'Uso Capriate torna nella sua città e godrà di un campo nuovo di zecca realizzato in sintetico.

La società, con questo comunicato, ringrazia ufficialmente l'amministrazione comunale precedente, il sindaco Vittorino Verdi e il comune di Capriate San Gervasio  per il loro impegno, che ha permesso un'importante accelerazione delle tempistiche; la Polisportiva di Capriate San Gervasio Crespi per l' attenzione verso tutta la società USO Capriate e ai suoi ragazzi;  tutti i volontari che, silenziosamente, hanno collaborato con le istituzioni e, ancora oggi, lavorato duramente per rendere possibile il ritorno a casa.

Il Capriate ringrazia la Polisportiva di Bottanuco per aver concesso alle squadre sopra citate il campo di gioco  per tutta la prima parte di stagione.
Un grazie speciale alla società ASD Fulgor Canonica Calcio per aver concesso a prima squadra e juniores il campo sportivo per effettuare gli allenamenti durante la settimana.

In chiusura sottolineiamo che, non appena il centro sportivo di Via Grignano sarà completamente realizzato per garantirne la massima efficienza, anche le squadre del settore giovanile verranno trasferite.
WhatsApp Image 2020-02-13 at 181152jpeg
Uso Capriate ASD

SPORT E MENTE: LA PSICOLOGIA NON VA MAI IN PANCHINA

Si è tenuto ieri sera, in un'aula dell'oratorio di San Gervasio,  il primo di una serie di incontri organizzati dalla società.
Tema della serata la motivazione dell'atleta. Massimo Ruggeri, presidente della sezione Bergamo e Lecco dell'AIAC ha spiegato al pubblico, composto da allenatori anche di altre discipline, l'importanza di sapere dominare le proprie emozioni.
"Per un allenatore oggi non basta conoscere la differenza tra un 4-4-2 e un 3-5-2, ma deve anche possedere diverse soft skills"; una delle più importanti, spiega Ruggeri, "è capire cosa spinge un giocatore a recarsi sul campo verde."
La psicologia non va mai in panchina, in qualsiasi sport è fondamentale capire le emozioni per poi saperle gestire e trasformarle in un vantaggio.
Ruggeri dimostra come il tecnico perfetto non esista spiegando errori commessi da mostri sacri del calcio italiano e mondiale come i casi Lippi-Baggio all'Inter, Capello-Del Piero alla Juve e Spalletti Totti alla Roma.
L'allenatore deve saper rompere l'equilibrio e sostenere il giocatore per sfruttarne tutte le sue potenzialità.
WhatsApp Image 2019-12-16 at 233102jpeg
Daniela Zini, campionessa di sci, prende la parola a metà serata raccontando come il suo allenatore non sia riuscito a sfruttare una competizione nata all'interno della nazionale in cui militava e condividendo alcune riflessioni sull'importanza di stabilire obiettivi intermedi per migliorarsi di giorno in giorno sia a livello individuale sia dal punto di vista del gruppo.
Dopo aver tagliato una fetta di panettone e augurato Buon Natale a tutti i presenti, la serata si è chiusa con l'annuncio di Arnoldi di un incontro su come gestire gli infortuni il 9 gennaio.


WhatsApp Image 2019-12-16 at 233102 1jpeg

WhatsApp Image 2019-12-16 at 233101 1jpeg
Comunicato ufficiale Uso Capriate ASD

La società Uso Capriate ASD, vista la fuga di notizie, desidera fare chiarezza su quanto accaduto durante la partita di domenica scorsa Boltiere-Capriate, valevole per l’ottava giornata del campionato di seconda categoria girone D.

Il nostro tesserato MBengue Dara paga con tredici giornate di squalifica una serie di errori e reazioni non ammessi né dal regolamento né dalla società che, per questo motivo, ha deciso di accettare la decisione del giudice sportivo e non presenterà alcun ricorso.

La dirigenza tiene a sottolineare che il calciatore in questione non era mai stato protagonista di tali episodi prima di domenica scorsa essendo un atleta corretto in campo e fuori.

Professionisti o dilettanti, il colore della pelle non può nel 2019 essere una discriminante in ambito sportivo o sociale.

Nonostante la F.I.G.C si stia impegnando duramente per sconfiggere il morbo della discriminazione territoriale, gli insulti a carattere razziale sono sempre più presenti nel calcio a tutti livelli.  

Nel caso specifico di Boltiere-Capriate la Società sottolinea il buon esempio dei tifosi di casa che hanno condannato fortemente ciò che stava accadendo sul rettangolo verde.

Il campo di calcio è sempre più spesso teatro di un gioco duro e fisico, ma tutto deve rimanere circoscritto nel regolamento.

L’Uso Capriate ritiene inaccettabile che un direttore di gara non senta insulti razziali come quelli subiti da M.Dara (ma si potrebbero fare molti esempi in tutte le categorie).

Il Capriate crede nell’integrazione, è fiera di annoverare tra le sue squadre giocatori di origine straniera e condanna fortemente ogni episodio di razzismo.

Il Presidente
Alessandro Arnoldi

Piogga di Goal: a Bottanuco vince il branco con più fame

Pioggia battente e freddo che ti entra nelle ossa. A riscaldare la prima partita novembrina ci pensano i ragazzi della Juniores che con una "manita" stendono il Grignano, sulla carta favorito ad accaparrarsi il derby.
Il Capriate è farcito di assenze, ma subito fa capire agli ospiti che per loro non sarà una giornata facile.
Mazzoleni apre le danze dopo soli dieci minuti, poi si scatena Niang che con una doppietta porta le squadre sul 3-0.
Nella ripresa esce il Grignano che accorcia le distanze con Arnoldi sempre più capocannoniere del Campionato.
Il terreno di gioco si fa sempre più pesante e giocare bene a calcio è complicato, ma l'astuzia di un giocatore si vede da come sfrutta un apparente situazione sfavorevole. A metà ripresa Ventrice tira dalla fuori area e il portiere non riesce a trattenere il pallone che termina in fondo al sacco.
La partita viene chiusa sul 5-2 dalla tripletta di Niang che non sbaglia solo davanti alla porta.
Un derby giocato in modo perfetto dalla nostra squadra che sale in classifica a un solo punto dal gruppo delle seconde.
Se si pensa alle due sconfitte di inizio anno nessuno avrebbe mai immaginato un salto di qualità così importante. Merito dei due mister e dei ragazzi che sembra abbiano finalmente capito come giocare da squadra porti inevitabilmente grandi prestazioni.
Per tutti gli scatti del derby clicca qui: https://bit.ly/33c6OQz

Il bel gioco non basta: ancora un pareggio per la prima squadra

Secondo pareggio consecutivo per il Capriate che torna a casa con un punto dalla sfida contro la Mozzanichese.
Entrambe le marcature vengono messe a segno nei primi 45 minuti. Al decimo è Vinciguerra a esultare battendo il nostro estremo difensore rimasto abbondantemente lontano dai pali.
La squadra di Regonesi però non si dispera e un ispirato D'Amico studia le mosse per arrivare al pareggio.
Il Goal arriva a dieci dalla fine della prima frazione con M.Dara che insacca con un colpo delizioso di destro.
Secondo tempo non privo di emozioni; vantaggio territoriale del Capriate che gioca bene, ma le occasioni da goal clamorose arrivano per la Mozzanichese che spreca due volate verso l'area capriatese.
I padroni di casa si ritrovano quindi schiacciati e costretti a giocare di rimessa, ancora a Dara arriva la palla della possibile rete da 3 punti ma il tiro ,seppur da posizione angolata, sfiora il secondo palo.
Una partita che lascia l'amaro in bocca ai ragazzi di Regonesi, che dalla prossima domenica dovranno tornare a festeggiare i tre punti.

INTESTAZ. 1